| Totale: 2056616 visite su 3382101 pagine |  

     
  Menu Bielorussia  |  Menu Associazione  |  Forum  |  Contattaci  |  Utenti Iscritti  |  Iscriviti  |  Home Page  | | Barometro di Minsk 

ULTIME NOTIZIE

  27.04.2016 16:50
1986 –2016: 30 ANNI DALLA CATASTROFE DI CHERNOBYL, 25 ANNI DI SOLIDARIETÀ SARDA – DI GIUSEPPE CARBONI
Fonte: AISE Agenzia Internazionale Stampa Estero





  28.02.2016 19:58
В Беларуси начались Дни культуры Сардинии
Fonte: Национальный центр художественного творчества детей и молодежи




  26.02.2016 19:04
NAS of Belarus hosted Sardinian delegation
Fonte: Sito Accademia delle Scienze

Archivio Notizie


COMMENTI E COMUNICATI










  13.05.2015 8:31
Cagliari. Grande successo serata commemorativa bielorussa
Fonte: Sardegna Reporter

Archivio
Commenti e Comunicati

Il sito sulle Adozioni del Coordinamento Famiglie

  Clicca per entrare nel sito del coordinamento
  Il protocollo adozioni 2007 lettura facilitata
  La Legge bielorussa sulle adozioni


Tutto sul Visto per l'Italia a portata di mouse

  Una utile pagina web del Ministero degli Esteri Italiano
  La Polizza Medica obbligatoria per l'ottenimento del visto per l'Italia


BELAVIA, Visto e altri servizi

  Biglietteria Belavia
  Il visto per la Belarus a domicilio
  Visto per la Belarus al Bancone Belavia di Fiumicino


Informazioni

  Scheda sintetica paese
  Storia
  Presidente della Repubblica
  I siti istituzionali
  Amministrazione Minsk
  Il portale Nazionale della Belarus in 5 lingue


Stampa, agenzie

  Agenzia Belta


LINK AMBASCIATE

  Ambasciata della Repubblica Belarus in Italia
  Ambasciata d'Italia nella Repubblica Belarus


Utilità

  Visto per l'Italia
  Documenti Matrimonio
  Metro Minsk
  Prefissi telefonici
  Cambio Rublo
  Francobolli
  Distanze fra città
  Meteo Belarus
  Regioni e provincie
  Le nuove regole di sicurezza negli aeroporti
  “Centro di Psicologia Italo-Russo” - Genova


Città

  Minsk
  Vitebsk
  Polosk
  Brest e Fortezza
  Grodno
  Mir e Neswizh


Itinerari e Natura

  Belaveshkaya Puscha
  Animali
  Natale Ortodosso e Icone


Cultura

  Incarti
  Unione dei Designer Bielorussi
  Il Costume Nazionale Bielorusso
  Museo Nazionale di Arte Moderna


Arte e Artisti

  Marc Chagall
  Valeriy Shkarubo
  Lirica: Pavlenok
  Putirskij Scienza e Poesia
  Gruppo Gramnitsy Università Cultura
  Aleksey Gaevoi - Giovane pittore


Chernobyl

  Il Progetto
  La cenere di Chernobyl


Informazione pubblicitaria

  Lo splendido mare di Costa Rey, muravera, Villaputzu, Villasimius in Sardegna. Case in affitto
  Music Factory - La Fattoria della Musica


Utenti Iscritti

ID
PW
RICONOSCIMENTO AUTOMATICO
Se non ricordi la password
Clicca Qui


  ULTIME NOTIZIE  

  1986 –2016: 30 ANNI DALLA CATASTROFE DI CHERNOBYL, 25 ANNI DI SOLIDARIETÀ SARDA – DI GIUSEPPE CARBONI

27.04.2016 - 16:50

CAGLIARI\ aise\ - Trent’anni fa il 26 aprile 1986, la catastrofe di Chernobyl. L’effetto immediato della catastrofe nucleare è stato paragonabile all’esplosione simultanea di più di 100 bombe nucleari analoghe a quelle che nel 1945 avevano sterminato Hiroshima e Nagasaki.
Le nubi radioattive hanno toccano ben 20 paesi, ma la Bielorussia è stato il paese che ha subito il colpo più devastante ben il 70% delle precipitazioni delle sostanze radioattive ricaddero nel suo territorio.
Gli impegni bielorussi a superare le conseguenze negative della catastrofe nucleare di Chernobyl sono riconosciuti nelle numerose risoluzioni dell’Assemblea Generale dell’ONU, che considera gli sforzi degli stati colpiti della catastrofe come la base fondamentale per vincerne i danni causati.
Proprio oggi a Minsk si tiene un grande convegno per fare il punto della situazione su quello che è stato fatto e su quanto resta ancora da fare, una grande occasione per riflettere e andare avanti.
Fortunatamente, la Bielorussia non è rimasta sola di fronte all’abisso del disastro radioattivo, senza precedenti per la gravità delle sue conseguenze alla salute e vita umana, sistemi ecologici, sociali ed economici, patrimonio culturale.
L’Italia è il maggiore partner della Bielorussia nell’organizzazione del risanamento dei bambini provenienti dalle aree colpite dalle conseguenze della catastrofe di Chernobyl. Negli ultimi 25 anni nell’ambito dei vari programmi di accoglienza temporanea sono stati ospitati in Italia più di 500 mila bambini, l’Italia accoglie da sola oltre il 50% di tutti i bambini bielorussi andati all’estero nell’ambito dei cosiddetti progetti Chernobyl che coinvolgono decine di paesi del mondo. Sono oltre tre milioni gli italiani coinvolti a vario titolo nei programmi di solidarietà con la Bielorussia.
Da ben 25 anni le famiglie sarde sostengono e aiutano i bambini bielorussi nell’ambito dei programmi di accoglienza che vedono ogni anno ospitati nell’Isola minori provenienti dalla Repubblica Belarus nei mesi estivi e nel periodo Natalizio. Nel corso di questi anni, non c’è stato paese e città della Sardegna che non abbia avuto una famiglia che con generosità ha aperto le proprie case alle vittime di Chernobyl, aderendo al più grande progetto di solidarietà internazionale del dopoguerra. Le famiglie sarde organizzate in varie associazioni di volontariato, sono fra le più attive nel promuovere programmi e progetti di sostegno anche direttamente in territorio bielorusso.
Oggi il progetto di accoglienza in Sardegna dei bambini bielorussi ha peculiarità originali, trasformandosi in una grande occasione di scambio culturale e di conoscenza reciproca: sono ormai abituali gli scambi studenteschi reciproci, le mostre e i concerti di artisti bielorussi in Sardegna e di artisti sardi in Bielorussia, le visite di delegazioni, la partecipazione a manifestazioni sportive a vari livelli. Il Primo Canale della TV Bielorussa ha dedicato e continua a dedicare alla Sardegna una serie di documentari di successo che hanno raccontato la cultura, le tradizioni, la natura, i monumenti dell’Isola, mai come in questo caso, la diplomazia dal basso nata attraverso i bambini, piccoli Ambasciatori di Pace, è stato lo strumento fondamentale di un rapporto di amicizia e di reciproca conoscenza che rende la solidarietà un valore concreto vissuto nel quotidiano!
La Sardegna è protagonista di importanti progetti innovativi di cooperazione decentrata allo sviluppo, promossi grazie al sostegno della LR 19/96, strumento importante che sostiene la cooperazione sarda in molte parti del mondo.
In particolare opera oggi a Minsk il Centro Italo-Bielorusso di Cooperazione e Istruzione Sardegna, e l’Ente di Formazione Professionale “Sardegna Global”, in possesso di accreditamento del Ministero dell’Istruzione Bielorusso, ente di livello nazionale che ha formato oltre 4.000 giovani bielorussi in diversi settori.
In occasione dei 30 anni della ricorrenza dell’incidente di Chernobyl, rivolgo alle famiglie sarde, a tutte le istituzioni dell’Isola - alla Giunta e al Consiglio Regionale della Regione Autonoma della Sardegna, alle centinaia di amministrazioni comunali, alla Chiesa Cattolica - il mio personale ringraziamento e quello delle istituzioni Bielorusse per questi anni di intensa e fruttuosa opera di solidarietà a favore dell’infanzia della Bielorussia. Grazie Sardegna! (giuseppe carboni*aise)
* Console onorario della Repubblica Belarus in Cagliari

Fonte: AISE Agenzia Internazionale Stampa Estero

 27.04.2016 - 16:50 



Pagina Precedente

 
Copyright © 2004 - Cyberchianti S.n.c.